Tel  0287252527

  • Home
  • Blog
  • 4 utili accorgimenti per favorire una buona e professionale disinfestazione primaverile

4 utili accorgimenti per favorire una buona e professionale disinfestazione primaverile

L’arrivo della primavera risveglia la natura e, purtroppo, con essa, anche tanti insetti poco graditi che iniziano a scegliere le nostre case come loro rifugi. Urge dunque, come non mai, una seria opera di disinfestazione.

In questo periodo quanti di noi non farebbero di tutto per liberare e mantenere case e giardini dai parassiti nocivi e dalle tante creature infestanti e fastidiose?

Tra tutti gli altri lavori domestici, il controllo dei parassiti si rivela un compito arduo e assai sgradito.

Tuttavia, esistono alcuni semplici modi per contribuire a ridurre queste infestazioni parassitarie. Trattasi di accorgimenti questi che possono favorire il successo di una buona opera di disinfestazione, senza, ovviamente la pretesa di sostituirsi ad essa.

Intervenire dall’esterno per evitare l’accesso in casa

La disinfestazione, in genere, si rende scelta obbligata quando l’accesso dei parassiti negli ambienti domestici ha luogo in maniera silente e massiccia.

E’ chiaro che tutti i parassiti, inizialmente, dovranno entrare in casa dall'esterno.

Pertanto, almeno nella fase iniziale, esistono delle misure preventive che possiamo intraprendere per contribuire a scongiurare l’infestazione dei parassiti prima che possa diventare un problema evidente all'interno della casa.

1. Mantenete piante e pacciame a distanza dagli ambienti domestici

E’ bene assicurarsi che piante e pacciamatura siano abbastanza distanti dall’interno della casa.

Per quanto banale, questo piccolo accorgimento aiuta a scongiurare la possibilità che forbicine, millepiedi e tanti altri insetti siano attratti da fiori, foglie e dall'umidità che la pacciamatura detiene.

2. Fate attenzione a crepe e fessure

Gli esperti in disinfestazione lo sanno bene: i parassiti sono in grado di trovare facilmente la loro strada attraverso anche i più piccoli interstizi.

Questi ospiti non graditi possono fare accesso nelle nostre dimore anche attraverso le piccole insenature presenti intorno ai tubi idraulici e sotto le cornici delle finestre.

Anche solai impropriamente sigillati e piccolissime crepe nei muri possono rappresentare una comoda via di accesso per gli infestanti.

Non è un caso che i professionisti chiamati ad eseguire una buona opera di disinfestazione vadano generalmente ad esplorare e “colpire” anche tutti questi anfratti.

3. Eliminate tutte le fonti di acqua stagnante

In genere la disinfestazione ha luogo in primavera proprio perché insetti come scarafaggi, mosche, zanzare iniziano, con i primi tepori, a “prolificare” scegliendo l’acqua stagnante.

E’ bene pertanto ricordarsi di ripulire le grondaie da foglie e altri detriti in modo che l'acqua non si accumuli diventando attrazione per i parassiti.

4. Individuate le possibili tracce dei parassiti

Effettuare un controllo approfondito della casa allo scopo di identificare la tipologia di parassiti presenti, oltre che dei punti di ingresso rappresenta un piccolo aiuto per la disinfestazione.

E’ proprio tenendo conto della specie di infestanti presenti che i tecnici esperti definiscono un piano di trattamento mirato, utilizzando tecniche all’avanguardia e prodotti a basso impatto sull’ambiente.

Come anticipato, questi piccoli accorgimenti non devono e non possono intendersi sostitutivi all’intervento degli esperti. Solo, infatti, un valido team di professionisti specializzati in disinfestazione è in grado di garantire l'eliminazione dei parassiti in modo veloce e sicuro, senza rischi per le persone e per gli animali domestici.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Accettando, acconsenti in automatico all'uso dei cookie.